La valutazione neuropsicologicaconsiste nell’esame dei processi cognitivi (memoria, linguaggio, attenzione, ragionamento, percezione, abilità visuo-spaziali, abilità coinvolte nell’esecuzione di sequenze motorie, funzioni esecutive), comunicativi, affettivi e motivazionali.

Lo scopo della valutazione è quello di delineare il profilo individuale del funzionamento cognitivo, comunicativo, affettivo e motivazionale.

Il percorso diagnostico viene effettuato con il coinvolgimento delle seguenti figure professionali:

  • Neuropsichiatra infantile;
  • Psicologo;
  • Logopedista;

in collaborazione con le famiglie e le altre agenzie educative presenti nel territorio.

La diagnosi permette di formulare obiettivi chiari, verificabili e condivisi con la famiglia che sono utili per predisporre un intervento abilitativo e riabilitativo altamente individualizzato.

La valutazione si articola in diverse fasi:

  • Colloquio individuale e/o con i genitori/caregivers volto alla valutazione dello stato psicologico generale e alla raccolta di informazioni che riguardano la storia del paziente (anamnesi);
  • Visita Neuropsichiatrica Infantile;
  • Osservazione clinica;
  • Somministrazione dei test standardizzati;
  • Un colloquio di restituzione conclusivo sulla valutazione.

Stesura di una relazione su richiesta.